Programmazione del lella

Siamo al 22 di Novembre e mancano solo quattro mesi alle elezioni per la regione Lombardia e il PD non ha ancora deciso, ne pensato seriamente, chi presentare. Va bene che perderemo, questo e` poco ma sicuro, ma almeno bisognerebbe cercare di non essere umiliati, di perdere con dignita`, di far sentire la nostra voce, per quanto in una regione per meta` verde e per l’altra meta` azzurra… a noi resteranno solo le briciole.

Riconosco anche che nessuno abbia voglia di candidarsi per una posizione dove se gli va bene perde di 20 punti, pero` e` anche indecente che il PD ad oggi non abbia nessuno, quando in regione persone in gamba ci sarebbero anche: Pietro Ichino, Pippo Civati, Filippo Penati… oppure qualcuno dalla società civile. Alcuni di loro pero` hanno (ragionevolmente) paura di rovinarsi politicamente, altri non vengono (peccato) neanche presi in considerazione. Ecco perche` alla fine verra` scelto uno sconosciuto oppure il PD supportera` un candidato che non e` nel suo partito (si erano fatti i nomi di Pezzotta e Tabacci), un’opzione che a me non piace e non solo per la questione della “vocazione maggioritaria” (che pero` pare tramontata), ma soprattutto perche`, credo, che in una regione importante, popolosa, economicamente fondamentale e prossima organizzatrice dell’expo quale e` la Lombardia il PD ci deve essere e deve “martellare le palle” alla destra fino alla morte. Dobbiamo essere puntuali, pignoli, tignosi, fastidiosi.

Anche perche` ricordiamolo, la destra vincera` anche le prossime elezioni in ragione, ma gli ultimi quindici anni formigoniani sono stati pazzeschi a livello politico, dalla gestione e le false promesse su Malpensa alla pessima organizzazione sull’expo (colpa a meta` con il Comune di Milano), dalla nuova autostrada Milano-Brescia alla pessima gestione del fenomeno immigrazione, da una pessima gestione della crisi economica ad un programma mai realizzato e per concludere una lista incompleta: l’influenza della mafia al nord.

E` quindici anni che in Lombardia stiamo a guardare, vogliamo fare qualcosa? Vogliamo darci da fare?

(e lo stesso discorso vale per il Comune di Milano, io sceglierei oggi il candidato sindaco per il 2011 e incomincerei da adesso a fare campagna elettorale, Milano, a differenza della regione, possiamo vincerla.)

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...