Primarie del PD

Secondo il riformista ed il corriere Marino e` un candidato senza speranze, relegato all’11% dei consensi tra gli elettori democratici. La cosa non puo’ che rattristarmi, pur sapendo che queste notizie vanno prese con le pinze. Credo che Marino arrivera` ad aggirarsi intorno al 20% alle primarie, ma al momento non vedo possibilita` di vittoria, ne` di rimonta.

Marino ha un programma solido, uno staff all’altezza ed e`, senza dubbio il miglior candidato in corsa. Il problema non e` di natura programmatico, ne` relativo alla bravura del candidato, il problema di marino e` che e` un candidato che non fa notizia: non e` un candidato mediatico e, se togliamo le accuse del foglio, non ha suscitato neanche particolare interesse tra i giornali, un po’ di piu` tra i non-democratici.

Questo e` il vero problema di Marino e sono convinto che sia ancora possibile risolverlo, ma bisogna iniziare a fare sul serio. Obama, ad esempio, non ha vinto, purtroppo, perche` era il piu` bravo (il fatto che comunque lo fosse non e` da sotovalutare), cio` che gli ha dato la vittoria contro candidati forti, prima alle primarie con Hillary e poi alle elezioni con McCain, e` stata la capacita` di attirare su di se` le attenzioni di tutti , di farsi conoscere e di saper comunicare un messaggio semplice, chiaro e vincente. Poi, dopo aver fatto cio`, e` riuscito anche a far capire di avere il programma migliore, ma e` stato l’ultimo tassello di un puzzle che non sarebbe neanche iniziato se non avesse fatto quello che la politica italiana considera blasfemia: marketing politico; Obama e` diventato di moda, la politica e` diventato argomento di discussione, avere la spilla di obama, o la magliettina, faceva tendenza. Obama e` stato aiutato in questa avventura da un grande stratega, David Axelrod, noi non ce l’abbiamo “un Axelrod”, pero` il team guidato da Civati e` certamente molto capace e competente, basta essere piu` coraggiosi, piu` incisivi, bisogna saper interessare; le proposte sono estremamente innovative, la comunicazione di queste no. Continuando cosi` si prendono 30 punti di distacco da Bersani (e la cosa sarebbe imbarazzante). Non dico che fino adesso non si sia fatto nulla, si e` lavorato, duramente, si ha coinvolto ed entusiasmato la base degli elettori di marino, ma non si e` riusciti a fare breccia nel restante 80% del popolo democratico.

E` ovvio, anche, che la situazione italiana sia diversa da quella americana e non e` facile ripetere un successo come quello di Obama, che, per altro, ha sicuramente anche altre origini, pero`, ribadisco, prendere spunto non fa mai male. Mi rendo conto che Marino non e` Obama, chiunque faccia politica o segua il mondo della politica se ne rendera` conto, pero`  io dico che “si puo’ fare” (tanto per citare uno slogan infelice) di meglio…

I miei suggerimenti, da modesto elettore, sono i seguenti:

1. L’ho gia` detto: bisogna organizzare un dibattito tra i tre candidati, questo e` fondamentale per la riuscita della campagna, ma deve essere la stoccata finale, quella che ti fa fare l’ultimo salto di popolarita` e nei sondaggi, ecco le motivazioni per il dibattito.

Il dibattito a inizio settembre, permette di chiarire le posizioni prima dei “mini-congressi” dei circoli.
tra l’altro i risultati del dibattito sarebbero molteplici:
1. MARINO DIMOSTRA DI ESSERE UN CANDIDATO MIGLIORE DEI DUE AVVERSARI A COLORO CHE GIA` VOTANO DEMOCRATICO E AGLI ISCRITTI
2. MARINO ATTIRA COLORO CHE NON VOTANO DEMOCRATICO ALL’AREA DEMOCRATICA E QUESTI LO VOTANO ALLE PRIMARIE; SI ALLARGA L’ELETTORATO PD.

Il dibattito va fatto sul modello dei dibattiti democratici americani:
1.DOMANDE FATTE VIA YOUTUBE DAI DEMOCRATICI ITALIANI -> COINVOLGIMENTO DELLA BASE
2.TEMPO LIMITATO PER FORNIRE RISPOSTE E RIGOROSITA` NELLO SFORARE.
3.DOMANDE POSTE DA STUDIO DA VARI PROFESSIONISTI NEI LORO CAMPI, MEDICI SULLA RICERCA, ECONOMISTI SULL’ECONOMIA, PROFESSORI UNIVERISTARI SULL’UNIVERSITA`.

questo e` il primo imprescindibile punto della campagna di marketing di Marino.

2. Si iniziano a usare i social network in modo diverso: non e` possibile che mi arrivi un messaggio ogni 10 giorni, non e` possibile che su twitter si aggiorni lo status una volta ogni 10 giorni (adesso magari esagero, pero` siamo li`). Eravate iscritti alla newsletter di Obama? mi arrivava (e mi arriva ancora) una mail ogni due giorni. Teniamo alto l’interesse dell’elettorato, martelliamo di informazioni.

3. Puntare sui giovani e le politiche giovanili: si sta facendo molto, pero` sono dell’idea che si debba iniziare a girare degli spot mirati sulle politiche di marino, specie quelle giovanili e quelle civili, da far girare con i social networks e con youtube.

4. Sarebbe anche utile che Marino si faccia riprendere per 5 minuti al giorno e faccia girare il video sui vari networks, facendo i punti della campagna, gli appuntamenti quotidiani e commentando le notizie piu` rilevanti “dell’ oggi politico”.

5.  Marino deve parlare come fosse il segretario del Pd; fino ad oggi mi e` sempre sembrato, sara` stata una mia impressione, che Marino parli sempre come un outsider, qualcuno che non c’entra col pd, che sta in un altro partito. Dobbiamo tentare di diventare noi il pd, di far passare il messaggio che quando si parla di Pd si parla di Marino e cavalcare l’onda “dell’orgoglio democratico”; anche a forza di risultare noiosi e ripetitivi, dobbiamo far sentire la nostra voce, far sapere con chiarezza cosa pensiamo usando sempre le stesse parole e sempre gli stessi termini chiave.

6. Trovare e poi pubblicizzare il sostegno di membri importanti della societa` italiana, dal mondo della televisione (che ne so magris, floris o fazio), a quello universitario.

7. Avessimo un simbolo carino si sarebbe potuto davvero fare gadget con quello, ma non ce l’abbiamo. Questa e` una grande critica alla campagna, il simbolo sembra quello delle piscine del comune a milano.

Annunci

One thought on “Primarie del PD

  1. Pingback: Dibattiti Prime Time « E.N.BLOG- Democratically Speaking

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...