Proprio come qui

Il New York Times riporta la storia di John Edwards, il senatore democratico, che fu il vice di Kerry nel 2004 nella corsa alla presidenza e che si candido` nel 2008 contro Hillary ed Obama alle primarie democratiche.

Edwards si ritiro` dalla corsa travolto da uno scandalo sessuale: ebbe una relazione extra-coniugale con un una donna mentre la moglie era malata di cancro (e ora spunta fuori anche un bambino, che il bel John, dalla North Carolina, sarebbe pronto a riconoscere).

Questa e` davvero una storia esemplare; in America se la fai cosi` grossa la paghi, stiamo pur certi che Edwards non sara` rieletto al senato e che uscira` del tutto dalla politica alla fine del mandato. Non voglio fare sempre il solito, banale paragone con la situazione del nostro paese, e`, pero`, certo che il metro di giudizio dell’opinione pubblica nel giudicare questo genere di situazioni e` differente. Edwards ebbe una relazione con una donna di 32 anni, non con una minorenne, eppure per questo e` indagato:

“a federal grand jury in nearby Raleigh is investigating whether any crimes were committed in connection with campaign laws in an effort to conceal his extramarital affair with a woman named Rielle Hunter.”

C’e` anche chi dice, mi viene in mente Bill Maher, voce del “politically incorrect” dei democratici americani, che la vita privata di Edwards non dovrebbe influenzare la sua capacita` di fare politica. Edwards era una delle voci piu` importanti ed autorevoli in campo di politiche del lavoro tra i democratici americani (egli nasce come avvocato del lavoro, divenuto ricco, pur essendo nato in una famiglia povera in N. Carolina), diceva cose molto audaci e giuste anche rispetto alla riforma sanitaria, pari opportunita` e politica estera, per un po’, nel 2008, non si escludeva che potesse uscire vincente dalle primarie democratiche, specie se avesse fatto un patto con Obama. Edwards era una via di mezzo tra Hillary e Obama, un buon politico, fregato da comportamenti ritenuti inaccettabili in un paese come gli Stati Uniti. D’altronde ricorderete tutti il caso Spitzer, governatore dello Stato di New York, che si dimise proprio per uno scandalo sessuale con, guarda un po’, escort di lusso.

Eppure c’e` da chiedersi se davvero la vita privata di un uomo,  debba davvero costare al paese, in questo caso gli Usa, una voce cosi`politica cosi` importante, uno che ha fatto e potrebbe continuare a fare molto bene il suo lavoro; d’altronde, i presidenti migliori degli ultimi 50 anni, Kennedy e Clinton non e` che non si siano dati da fare!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...