E` rutelli il problema del movimento di rutelli

Ho riflettuto a lungo sulla possibile scissione di Rutelli dal Pd per creare un nuovo movimento politico centrista e sono sempre piu` convinto che questo nuovo movimento politico, in quanto tale, non puo’ che fallire e il motivo e` Rutelli stesso.

E` vero che questo movimento rappresenterebbe quei moderati cattolici che non sono rappresentati dal PD, ma Rutelli sarebbe capace di rappresentarli bene? Inoltre, per quanto ancora non si e` capito bene cosa sara` veramente questo movimento di Rutelli (se un partito vero e proprio, un movimento che agira` dentro l’UdC o che), e` anche vero che le forze centriste sono quelle che nei prossimi anni vedranno crescere i loro consensi se agiscono furbamente e Rutelli furbo non e`.

Il problema pero`, come dicevo, e` proprio Rutelli. Un movimento di questo tipo, se fatto per bene, se fatto con alla base delle idee politiche, ha la possibilita` di fare bene e rischia di mettere in secondo piano le problematiche grosse che l’UdC presenta (come la questione Cuffaro) in una probabile coalizione centrista con anche la Rosa bianca di Tabacci e Pezzotta. Il punto e` che Rutelli non e` un grande politico, Rutelli e` un politico mediocre che gioca a fare il leader. Rutelli e` uno che ha avuto la possibilita` di guidare il centrosinistra, ma ha fallito perche` non e` stato capace. Leggevo sul Foglio un paio di giorni fa che Rutelli sarebbe il leader perfetto e naturale del PD perche` non e` ne` un ex-democristiano ne` un ex-comunista, ma e` un ex-radicale, uno che incarna le diverse culture del PD e che non e` leader perche` al PD sono pazzi con le fette di salame davanti agli occhi (questo e` il succo). E` vero, l’identikit e` giusto, il problema e` che Rutelli ha la storia giusta ma e` la persona sbagliata perche` ha dei notevoli limiti personali, tra cui l’essere banale e il non saper andare oltre i discorsi della quotidianita` politica. E` cosi` ovvio, percio`, che un movimento futuro, anche fosse un movimento che parte da presupposti condivisibili, non puo’ che fallire e non puo’ che non interessarmi a priori.

Un esempio del probabile fallimento ce lo da` la storia: Camillo Benso Conte di Cavour credeva che il paese andasse governato dal centro, che poteva diventare centrodestra o centrosinistra a seconda delle volte, ma la base doveva essere una coalizione di centro. Cavour pero` dimenticava che il centro e` destinato a governare bene se il leader del movimento moderato in questione e` un politico eccellente e di livello (e Cavour lo era e lo era anche, ad esempio, Giolitti). Un governo centrista non potra` mai governare bene se il leader del governo non e` un Cavour o un Giolitti, per intenderci (e nella storia politica italiana ne abbiamo avuti pochi, di politici come Cavour e Giolitti). Noi, abbiamo avuto gli Andreotti e i Cossiga, ecco perche` il centro (che si e` tramutato nella politica “dell’accontentiamo tutti”) ha poi sempre governare pessimamente. Ecco, diciamo cosi`, Rutelli non e` un Cavour (e neanche Casini, se e` per quello).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...