Alla fine, le cose rimangono sempre uguali

Guido Rossi, in questa intervista al Corriere, spiega in modo molto eloquente e comprensibile che chi e` colpevole di questa crisi economica, alla fine, non ha pagato e che le regole che a grandi proclami sarebbero dovute cambiare non sono poi affatto cambiate.

Sono d’accordo, sono cose a cui avevo pensato di recente e che il Professor Rossi ha saputo esprimere molto meglio di quanto avrei potuto fare io.

 

«Il mito del mercato. Dovremmo avere perlomeno l’onestà intellettuale di dire che abbiamo sbagliato tutto. Mentre solo Richard Posner (non a ca­so un giudice, autore del bellissimo ‘A Failure of Capitalism’) lo ha fatto».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...