Sceriffi, censori e ci mancano solo i cow boys

Ancora una volta questo governo ha dato prova di essere ignorante, incompetente e in mala fede, ancora una volta ha dimostrato di vedere internet come una minaccia e ha pensato bene di intimidire la comunita` della rete rendendo il garante della privacy, una sorta di sceriffo cibernetico, tutto all’interno di una legge che definire l’emblema del problema del conflitto di interessi in Italia e` dire poco.

Il governo trasforma il Garante per le Comunicazioni nella sceriffo di Internet. Il Garante dovrà controllare che i siti della Rete rispettino per davvero le regole sul diritto d´autore. Nel 2010, dunque, mettere lo spezzone di una partita o di un film su Youtube potrà comportare richiami e sanzioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...