Ecco, cosi`, pero`, no

Ho sostenuto che il Pdl, alle elezioni di fine marzo, doveva esserci, per una questione “di democrazia”. Ho sostenuto che una strada bisognava trovarla, tutti insieme, per garantire ai cittadini di esprimere la loro preferenza, anche se loro non erano stati capaci di rispettare le leggi basilari che regolamentano la nostra democrazia, cosi`, pero`, non ci si comporta.

Sono tre i comportamenti che condanno senza possibilita` d’appello tenuti dal nostro governo arrogante per riammettere le liste del proprio partito e i propri candidati governatori alla corsa elettorale:

1. La strada che e` stata scelta per permettere a Formigoni (e presto al Pdl come partito a Roma) di tornare in corsa, ovvero quella di un decreto interpretativo, varato solo dal Consiglio dei Ministri e` una strada autoritaria, arrogante ed irrispettosa. Io ho invocato un accordo tra le parti politiche, in nome della democrazia, che poteva essere una sorta di sanatoria o una legge votata tutti insieme, ma un decreto, deciso dal solo governo, non era il modo di farlo, tanto piu` senza una reale ammissione di colpa, perche` da` proprio l’impressione di un tentativo di nascondere le loro colpe sotto il tappeto.

2. La mancanza, appunto, di un’ammissione di colpa, la mancanza di scuse ai cittadini per un errore tutto loro, che c’e` stato e che e` stato confermato dai giudici per ben due volte (in ognuno dei casi in questione). Invece, la nostra destra, con il suo solito stile, ha preferito inveire contro i giudici, parlare di “golpe” e non ammettere una mancanza propria evidente a tutti (e sono convinto che per questo alle elezioni, gli amici azzurri verranno puniti). So che e` difficile ammettere la propria totale incompetenza, pero` forse, ogni tanto, ci dovrebbe essere rispetto per gli Italiani e in questo caso, chiedere scusa, era il minimo. Invece, ora leggo addirittura dichiarazioni di questo tipo:

FORMIGONI: «NESSUN AIUTINO» – «Abbiamo dimostrato di avere perfettamente ragione».

Cosa che per altro e` assolutamente falsa, il Tar ha tenuto assolutamente conto del decreto “salva liste” per riammettere Formigoni, affermare il contrario e` una bugia, una menzogna, una falsita`, ma si sa, parliamo del Pdl.

3. L’assoluta mancanza di una punizione per i responsabili di tutto questo macello. Essi manterranno le loro poltrone, saranno, in alcuni casi votati ed eletti, in altri rimarranno dove sono. Questo decreto e` stato un ottimo modo per evitare che qualcuno dovesse assumersi le responsabilita` dell’accaduto, come e` tipico fare nel Pdl (e` per questo che il Pdl e` l’unico partito del mondo coordinato da tre persone).

Insomma, il Pdl ha perso ancora una volta l’opportunita` di agire con senno, responsabilita` ed umilta`, tutte qualita`, queste, che, alla nostra maggioranza, nessuno ha mai insegnato.

(e per un volta, giusto per puntualizzare, Bersani e` stato impeccabile).

2 thoughts on “Ecco, cosi`, pero`, no

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...