E c’ha ragione

Matteo Bordone ha scritto un pezzo che mi trova molto d’accordo, in particolare perche` me ne sono accorto anche io, quando ho rivisto “Whatever Works” in italiano, che e` stato doppiato malissimo, in generale perche` anche io credo che i presunti bravi doppiatori italiani, in realta`, non siano cosi` bravi.

Colgo l’occasione per dire una cosa in merito alla “de doppiaggio disputatione”: di recente sono tornato da un lungo viaggio per l’Europa. In treno, con amici, ho visitato diverse citta` e nazioni: Monaco, Praga, Berlino, Amsterdam, Parigi. Ovunque era possibile vedere film, al cinema, il lingua originale (si`, anche nella anglofobica Parigi) e non sto dicendo che c’era lo stesso film trasmesso in inglese il lunedi` all’Anteo, il martedi` al Mexico, il mercoledi` all’Arcobaleno, sto dicendo che nei cinema principali di queste citta` c’erano almeno la meta` delle sale che davano film in lingua originale con sottotitoli. Ad Amsterdam, poi, non ne parliamo, i film non vengono mai neanche doppiati, vengono proposti in lingua originale con sottotitoli (come accade anche quando si guarda la televisione, praticamente tutta in inglese). Poi mi sono accorto di un’altra magia: la gente parlava inglese, capiva l’inglese e non aveva una pessima accento, pressoche` ovunque (ok a Parigi no, ma altrove si). Se sapete spiegarmi perche` vincete il nobel.

Advertisements

One thought on “E c’ha ragione

  1. Pingback: Tweets that mention E c’ha ragione « DemSpeaking -Elia Nigris -- Topsy.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...