Ora non ne sapremo piu` nulla

Se ne e` andato, mandando quattro lettere ai vertici dello Stato, senza lasciarci alcuna speranza di apprenderne il contenuto. Se ne` andata una figura storica della politica italiana, un democristiano atipico, come quando si dimise da Ministro dell’Interno dopo il ritrovamento del cadavere di Aldo Moro, oppure quando appoggio` e sostenne il governo D’Alema, il primo governo della storia italiana guidato da un ex-comunista.

Cossiga, pero`, era anche un “cattivo”, un uomo pratico, uno che scambiava, senza troppi problemi il mezzo per il fine (il suo, con l’attenuante di credere, pero`, che fosse anche quello dello Stato). Cossiga e` stato l’uomo delle mezze verita` su Moro, su “Gladio”, sul terrorismo e sulle stragi italiane, ma anche sugli eventi drammatici del nostro secolo, come quando affermo` che:

“Nel video si dice che […] Al Qaeda sarebbe stato l’autore dell’attentato dell’11 settembre alle due torri in New York, mentre tutti gli ambienti democratici d’America e d’Europa, con in prima linea quelli del centrosinistra italiano, sanno ormai bene che il disastroso attentato è stato pianificato e realizzato dalla Cia americana e dal Mossad con l’aiuto del mondo sionista per mettere sotto accusa i Paesi arabi e per indurre le potenze occidentali ad intervenire sia in Iraq sia in Afghanistan.”

Parole mai davvero completate, alle quali mai segui` una vera e propria spiegazione, parole forti, specie se a dirle e` il Presidente Emerito (e in particolare, come stiamo vedendo, non una persona qualunque) di una nazione facente parte della NATO e di una delle prime economie mondiali, nonche` prima alleata degli Stati Uniti d’America.

Cossiga ci lascia senza dirci nulla piu` di quelle “verita` incomplete” che ci ha fornito in tutti questi anni, forse perche` riteneva che  le “verita` complete” fossero troppo “impegnative” per l’opinione pubblica italiana; ci lascia, cosi`, con quattro lettere che, ovviamente, non leggeremo mai. E` bello credere che siano una sorta di biografia, in cui sono riassunti 50 anni di Italia e in cui ci sono risposte, aneddoti e quant’altro.

Con la scomparsa di Cossiga scompare un’intera classe politica, che definirei nobile (infatti, ormai, rimane solo Andreotti, il meno nobile di tutti) e rimaniamo, cosi`, sempre di piu` immersi in questo “ciarpame”.

2 thoughts on “Ora non ne sapremo piu` nulla

  1. Non dimenticherei, parlando dell’emerito, l’effetto dei farmaci su un depresso conclamato qual ‘era.
    Quanto alle 4 lettere…. un altro esempio di uomo che aveva perso ormai equilibrio e pudore.
    Grandi ombre nel senso che lo valuto difficile da giudicare proprio perche’ uomo di luci e ombre invece sul cossiga prima degli antdepressivi.
    L’appoggio a d’alema grande ombra, perche segue il killeraggio dell’unico governo decente della repubblica: il prodi veltroni ciampi

  2. “Cossiga ci lascia senza dirci nulla piu` di quelle “verita` incomplete” che ci ha fornito in tutti questi anni, forse perche` riteneva che le “verita` complete” fossero troppo “impegnative” per l’opinione pubblica italiana”

    o piuttosto perchè era un infame. francamente definire Cossiga “nobile” mi sembra eccessivo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...