Umiliati, yet again

Come spesso accade, le questioni di cui dibattono i nostri politici appaiono cosi` “provincialiste”, quando grandi leader stranieri forniscono, come niente fosse, risposte tanto corrette, quanto banali. Oggi tocca a Tony Blair, intervistato da Repubblica sulla sua conversione al cattolicesimo. Blair, in passaggio dell’intervista dice una cosa molto interessante:

Essere cattolico non la mette in contraddizione con le leggi da lei promulgate, sull´aborto, sulla contraccezione, sulla ricerca scientifica?

«Ho le mie idee e le mantengo anche ora che sono cattolico. Sono certo che molti cattolici hanno idee differenti da alcune dottrine della fede, ma ciò non impedisce loro di definirsi tali».

Questo e` un punto FONDAMENTALE, per capire il concetto di laicita` dello stato e per capire come i deputati cattolici si devono comportare di fronte alle grandi questioni etiche. Niente impedisce di votare un decreto sulla ricerca delle cellule staminali pur rimanendo cattolici, capirlo non sarebbe una cosa da poco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...