Quindi abbiamo perso

Quindi abbiamo perso. Lo Stato, tutti noi siamo stati sconfitti: a Terzigno la discarica non si fara`, cedere dimostra che le botte funzionano, brutto messaggio da “far passare”.

Bertolaso, ormai incapace di affrontare l’ordinaria amministrazione ha detto:

«Congelata la nuova discarica ma basta proteste»

Cedere, a questo punto, e` un fatto gravissimo. Se una discarica e` necessaria si fa tutto quello che e` necessario per costruirla: si manda l’esercito a presidiare il cantiere, se necessario e, magari, i guerriglieri delle zone, li arrestiamo e li teniamo a dormire in carcere. Bertolaso ha dimostrato la debolezza dello Stato e di tutti noi di fronte alla criminalita`.

Il punto e` che questo e` il governo delle parole, altro che dei fatti e del fare. Un governo che sosteneva di aver risolto il problema gia` due anni fa e che invece aveva solo nascosto le falle di un’emergenza che nel frattempo si e` sparsa per tutto il meridione (Palermo “rings a bell?”). In questi casi il governo deve apparire forte, inamovibile, invincibile. Se, per  paura o, peggio ancora, qualche consenso in piu`, il governo cede, si creano precedenti gravissimi.

In piu`, in certe zone c’e` bisogno di una maggiora cultura ambientale e consapevolezza delle necessita` del nostro mondo. Nella maggior parte del sud Italia non esiste la raccolta differenziata e il lati delle strade sono veri e propri porcili. La gente, pero`, non vuole discariche, e allora cosa succede? Che i mari e le zone dismesse diventano discariche “naturali” (innaturali a dire il vero). Questo e` gravissimo e il governo e le autorita` devono fare di tutto perche` cio` non accada, invece il governo cede e perde.

Cedendo si fa l’esatto opposto, si fa un favore alla camorra e a criminali facinorosi (si io ho il coraggio di dire che la gente di Terzigno e` criminale): poi per principio non si tratta con chi lancia le molotov, li si arresta, quelli.

3 thoughts on “Quindi abbiamo perso

  1. … non so abbastanza della vicenda di Terzigno per poter entrare nel merito, ma sono d’accordo sul fatto che lo Stato debba arrestare i violenti. Ciò su cui potrei non essere d’accordo è la criminalizzazione della protesta in generale.

  2. Non criminalizzo la protesta, protestare e` un diritto sacrosanto. Protestare con le molotov e` reato, un reato grave e come tale va perseguito.
    In piu`, ci sono delle cose che lo stato deve fare “in ogni caso”, per quanto impopolari e contrastate. Una discarica in luoghi dove la monnezza va a finire in mare e` una necessita` assoluta e lo stato deve portarla a termine a qualsiasi costo.

  3. Fermo restando che le discariche, per quanto sgradevoli e puzzolenti, sono necessarie (ecco, magari non dentro parchi naturali), secondo me necessario è anche agire più a monte: istruire la popolazione sulla raccolta differenziata, sull’importanza di una sensibilizzazione in materia di rifiuti, e magari sul rispetto di certi luoghi che, oltre che aree abitate, sono anche patrimoni turistici e culturali da valorizzare (quest’ultimo punto vale anche e soprattutto per le amministrazioni locali… altro che le vietare le minigonne perchè ledono il pudore).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...