Berlusconi gli ha corroso il cervello

Posso dire che chi critica Matteo Renzi e gioca a fare il più puro tra i puri (senza sapere che arriverà un giorno uno ancora più puro di lui e via andare) mi fa veramente sorridere, oltreché pensare che forse noi davvero siamo destinati a perdere per sempre.

Perché se giocando a fare i puri la città di cui sei sindaco non ottiene 17 milioni di euro che, per altro, ti erano stato promessi, allora preferisco scendere dalla montagna e sporcarmi le mani in attesa di tempi migliori.

In Italia, ormai, Berlusconi ha corroso il cervello delle persone, che non si rendono più conto di “fare folklore”, piuttosto che “fare politica”, trattano Berlusconi allo stesso modo odioso e superficiale di come quelli dei tea party in America trattano Obama. La politica, lo ricordino bene, é fatta anche di dialoghi, anche con chi non la pensa come te, specie se quel qualcuno é il Capo del Governo. Ormai ci sono persone (quelli del Fatto, per esempio), che non sanno più ragionare lucidamente: se parli con Berlusconi sei un mafioso o un “inciucione” ciellino.  Vi ricordate due anni fa a chi era capitato di ricevere le stesse critiche per lo stesso motivo? A Veltroni, che andò da Berlusconi, allora capo dell’opposizione a parlare di legge elettorale, prassi adottata in tutte le democrazie del mondo: la legge elettorale si prova a fare tutti insieme.

Io dico basta, mi sono stufato: Berlusconi é un pessimo capo del governo, un’anomalia gigante e non vedo l’ora che esca dalla scena politica, ma questo non implica che debba trattarlo come Satana e che, finché sarà premier si debba ignorare “la circostanza”: altrimenti, ripeto, si fa come i tanto criticati repubblicani in America, bravi a dire sempre e solo NO.

A chi dice che l’incontro si doveva fare a Palazzo Chigi rispondo che nell’iperuranio platonico dovrebbe essere in effetti così , ma siccome siamo nel mondo vero e il premier a Palazzo Chigi non riceve, che Renzi sia andato ad Arcore, francamente, non mi preoccupa affatto. Fare finta che mezza politica italiana (e forse di più) non si decide ad Arcore e non si é decisa ad Arcore negli scorsi anni, non cambierà lo status quo e se per avere 17 milioni é necessario andare ad Arcore ci andrei di corsa, come tra l’altro avrebbe fatto Bersani, che pero` oggi critica. Renzi, io, il PD, tutti quanti ci stiamo impegnano a cambiare le cose, a cacciare Berlusconi: intanto pero` ci si deve arrangiare, credete che sia Renzi ad aver scelto Arcore piuttosto che Palazzo Chigi? Non credo proprio. Quindi la politica andrebbe fatta nelle istituzioni? Certamente, ma finché non sarà cosi`, la si fa dove viene fatta, ci si adegua, si salva il salvabile.

Per concludere, se non si fosse capito: io sto con Renzi, che, proprio per la sua concretezza mi piace sempre di più, e chissà  che questo modo VERO di fare politica, ovvero mettere i cittadini dinnanzi a tutti i convenevoli della politica, non lo porti ad essere il primo che rischia di diventare capo del governo con la tessera del PD in tasca.

9 thoughts on “Berlusconi gli ha corroso il cervello

  1. Basta che faceva una visita alla luce del sole con tanto di dichiarazione prima… invece lo hanno dovuto scoprire. Di tutto hanno parlato tranne che di Firenze visto che giorno 14 il governo del nano cade o cmq si ridimensiona alla grande. Renzi si è giocato la poca credibilità che aveva guadagnato.

    Guarda se voglio un trafficone preferisco di gran lunga D’alema… almeno lui ci sà fare, non un Renzi qualunque.
    Secondo te perchè D’alema non è piu’ credibile per gli elettori del centro-sinistra???? Non hai ancora capito che la cosa che è piu’ odiata dagli elettori è l’inciucio? e poi da parte di un sindaco….

    • ma quale dichiarazione prima? Ma è una follia! Addesso un sindaco deve fare una dichiarazione prima d’incontrare il presidente del consiglio? Ma viviamo dentro a un film di Woody Allen ormai?

  2. E di cosa avrebbero parlato, tu che c’eri e me lo puoi spiegare? Guarda secondo me e` sicuro: quando berlusconi parlava di un giovane che potrebbe sostituirlo era di sicuro renzi, che sta nel pd per spiare il nemico e poi, via come capezzone volera` nel pdl.
    Mi spiace, la politica e` un’altra cosa. Quello di cui parli tu e` il fanatismo delle dietrologie.

    Parlare con Berlusconi=inciucio? Ma in quale mondo?

  3. Personalmente non ritengo sbagliato a prescindere il gesto di Renzi. Penso anch’io che, per il sindaco di una città (che in questo caso è la mia!) dovere impone di parlare con chiunque sia il referente nazionale, anche se si chiama Silvio Berlusconi.

    Nella nota con cui tuttavia il “mio” sindaco ha risposto alle critiche su Facebook, ravvedo una reazione composta solo a metà.

    Oltre a giustificare il viaggio ad Arcore, difatti, avrei gradito che desse alcune risposte di merito, scendesse in profondità, non si limitasse al chiacchiericcio portato dal venticello della calunnia.

    E’ per questo che ho inteso porre a Renzi 5 quesiti sul suo viaggio ad Arcore, cui vorrei rispondesse in modo chiaro.

    Dopo Arcore: 5 domande al Sindaco Renzi.

    • Luigi, il tuo ragionamento e` gia` piu` ragionevole e penso che domandare sia sempre lecito. Lo credo fermamente, anzi. Credo anche pero` che se renzi fosse andato, che so, a casa di Fini (non in quella di montecarlo, per carita`), senza neanche alcuna “richiesta politica” da apportare,nessuno si sarebbe scandalizzato e avrebbe sentito l’esigenza di porre quelle domande. Secondo me, questo e` il problema.

  4. 17 milioni di euro? E per caso Renzi pensava di ottenerli con la Camera chiusa e un Presidente sulla via delle dimissioni? Ma dai… non prendiamoci in giro. Che bisogno c’era di tenere nascosto l’incontro, se era per “questioni istituzionali”? Almeno D’Alema quando Cuccia lo volle incontrare, lo fece alla luce del sole… o quando doveva discutere di Bicamerale lo faceva davanti alle telecamere… è chiaro che valgono due pesi e due misure: se ad Arcore di nascosto ci fosse andato, che so, D’Alema, ora il rottamatore starebbe già ululando alla luna lo sdegno e la disapprovazione.
    Le domande sono lecite e opportune. Per esempio, sarebbe anche ora di spiegare perchè Renzi volava sugli elicotteri degli amici di Verdini e perchè lo stesso Verdini continua a sogghignare che “Renzi lo abbiamo votato noi e CL”.
    Se il vostro è l’unico vero modo di fare politica, ora ho capito perché sempre più gente non va a votare: è evidente che siete repellenti.
    La colpa, a leggervi (vi fanno con lo stampino), pare sia sempre dello specchio e non di chi ci sta davanti. Andate avanti così, che a furia di perdere elezioni e primarie, forse ce la fate a farvi fagocitare da Vendola!

    • Ti rispondo citando Nichi Vendola al circolo Arci a Firenze: «Anche se avesse commesso un errore, una sgrammaticatura, mi pare che si sia costruita una polemica gigantografica nei confronti di Renzi».

      Ennesima prova che i leader sono meglio dei loro sostenitori fanatici, ossessionati e paranoici. Vendola non mi piace politicamente, ma non mi metterei mai a discuterlo come persona. Questa e` la differenza tra me e te. Se una persona la pensa diversamente da te diventa, automaticamente, una cattiva persona.

      E ti dico un’altra cosa: “ci fanno con lo stampino” dici tu? Evito di offendermi, non ne vale la pena, ma ti rispondo dicendoti che preferisco tutta la vita essere simile a renzi, piuttosto che essere fatto con lo stesso stampino con cui e` stato fatto Travaglio.
      Ciao Pierpaolo

      • Sostenitore di Vendola sarai tu…😛 Il fatto che Renzi e Vendola picconino il PD più di quanto faccia Travaglio ponendo delle domande lecite e sacrosante non ti sfiora nemmeno il cervello. Se oggi il tuo PD fa schifo, ringrazia quelli che 3 anni fa dicevano che “la politica non si fa con la morale”, che “non andiamo in piazza a gratis” o cose così…

        E se ti piace essere populista e giovanilista, accomodati. A me, sinceramente, la vocazione del panino non è mai venuta, e tra il farcire e l’essere farcito non ho mai avuto dubbi.

        Quanto al nick, devo pur restituirti il favore di propagandare i propri blog laddove la pubblicità non è richiesta.😛

        P.S. Non arrabbiarti troppo, siamo sotto Natale, fa male alla salute. Il PD il panettone riesce a mangiarlo… è per la colomba che ci sono seri dubbi…

      • Guarda che averti detto ciao Pierpaolo non voleva essere una polemica, mi sembrava un atto di cortesia, avrei potuto scrivere “Ciao Il Rompiballe”. Avresti preferito?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...