La famosa societa` civile

In questo momento, molto difficile per la politica di questo paese, stanno emergendo degli individui e delle parti della società ancora sane che stanno provando a far emergere tutta la gravita` della situazione in cui viviamo, che cercano di spiegare, senza bandiere politiche, perché quello a cui stiamo assistendo e` inaccettabile, incredibile, assurdo (come se ce ne fosse bisogno).

Questi individui dovrebbero risultare più credibili agli occhi dei ferventi sostenitori del premier, se non altro perché sono “disinteressati”, o meglio sono “interessati” alle sorti del loro paese, ma non dicono certe cose per ottenere il voto in più, il posto in parlamento, la poltrona in qualche assemblea. Questa dovrebbe essere una “garanzia di onestà”.

Eppure, ed e` la cosa peggiore del berlusconismo, oggi le menti libere non possono più esistere, chi critica e` un complottista, un golpista, un bastardo da eliminare. Le eccellenze, le competenze, i meriti di una carriera, sono eliminati in un secondo e chi non e` d’accordo si trova a doversi difendere dall’accusa di essere un “amico della sinistra” (che poi, sarebbe un reato?) e un “nemico della democrazia” (accusa che trovo oltremodo fantasiosa). Persino i grandi quotidiani internazionali, il Guardian, il NYT, sono nemici del nostro paese e amici “dei comunisti”.

Cosi` ci troviamo ad assistere alle irrispettose accuse del ministro Gelmini al professor Rodota` o agli insulti di Marina Berlusconi a Roberto Saviano, che posso capire possa risultare antipatico anche perché  “inflazionato” da certi quotidiani (che non hanno, invece, capito che il loro ruolo politico uccide la loro credibilità ed e` molto meno utile al paese rispetto ad un eventuale ruolo di informatore non militante), ma sulla cui onesta` intellettuale, sul cui coraggio e sull’utilità del suo operato, non possiamo assolutamente discutere.

Quindi e` proprio in quest’ottica che vedo di buon occhio questi interventi di gente come Severgnini (che si chiede cos’altro debba fare Berlusconi perché ai suoi fedeli -come fosse una setta- venga il dubbio che forse sia lui ad essere dalla parte del torto), o questi altri di Vittorio Zucconi o questi di Montezemolo o questi di Giorgio Armani e potrei andare avanti.

Insomma qui mi pare che in un momento in cui la politica, anche per colpa dell’opposizione, e` debole, stiano emergendo voci di persone rispettabilissime nei loro campi, eccellenze italiane, persone necessariamente in buona fede, che fanno le cose più diverse, che chiedono al paese di voltare pagina, perché lo schifo a cui stiamo assistendo in questi giorni non può più andare avanti, non può continuare: magari, dico io, questo cambiamento potrebbe avvenire con un leader giovane, coraggioso, che si faccia portavoce della “terza via” in Italia: quest’intervista di oggi potrebbe averci svelato l’identikit.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...