Provincialismo preoccupante

Ecco questa cosa l’ho notata molto spesso anche io: in Italia, specie nelle teste delle persone di sinistra, tutto quello che accade e tutto quello che succede viene ricondotto a Berlusconi.

Francesco Costa dice questo:

Parli della crisi politica in Giappone e qualcuno sente il bisogno di mettere la cosa in relazione a Berlusconi (“almeno lì si dimettono!”). Parli dello Stato dell’Unione e qualcuno sente il bisogno di mettere la cosa in relazione a Berlusconi (“almeno loro hanno Obama!”). Parli di un politico corrotto in Irlanda e qualcuno sente il bisogno di mettere la cosa in relazione a Berlusconi (“sapessero quanti ne abbiamo noi!”). Parli dell’estinzione dei panda e qualcuno sente il bisogno di mettere la cosa in relazione Berlusconi (“purtroppo certe specie non si estinguono mai!”). E via dicendo.

Ed e` verissimo. Questo credere che tutto possa essere ricondotto al nostro paese e alle sciagure di questo paese (tra cui c’e` certamente Berlusconi, nessuno lo vuole negare), questo non vedere che il mondo e` molto più grande dei nostri confini e che all’estero (prima ancora delle brutte figure che il premier ci fa/ci farebbe fare) la gente si preoccupa, ormai, molto poco dell’Italia, questo credere di essere al centro dell’attenzione, tutto questo e` davvero “provinciale”. D’altronde, l’Italia e` ormai un semplice “provincia” di un “impero”.

Inoltre, qui da noi, Berlusconi ha inibito le capacita` di molte persone di fare politica, ormai ogni avversario e` un nemico da demonizzare, anche quelli che comunque sarebbero dalla tua parte: basta guarda al modo con cui alcuni sostenitori di Giuliano Pisapia prima delle primarie di Milano hanno attaccato Stefano Boeri, per esempio, come avevo detto qui (e come dimostrano i commenti a quel post), o al modo in cui viene trattato Renzi per aver detto delle cose non “ortodosse” rispetto alla “dottrina” classica della sinistra post-comunista.

Quindi Francesco Costa ha perfettamente ragione: forse nel mondo non tutto e` riconducibile a Berlusconi, all’Italia, a noi. Forse dovremmo guardare un po’ di più le cose per quelle che sono. Forse dovremmo liberarci da questa ossessione. Let’s move on, staremo tutti meglio.

One thought on “Provincialismo preoccupante

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...