Primarie giuste, ma attenzione

Ho commentato cosi` questo post di Pippo Civati, che giustamente invoca le primarie per scegliere le liste dei parlamentari PD in parlamento in caso si vada a votare con il Procellum:

Sono d’accordissimo sull’idea: i democratici devono scegliere i loro parlamentari e il porcellum va sconfitto, pero` una domanda, si puo` candidare chiunque? Io vorrei che si aggiungesse una cosa molto chiara: chi si candida alle primarie per diventare parlamentare del partito democratico DEVE essere iscritto al Partito Democratico e SOLO al Partito Democratico e si impegna a dimettersi da parlamentare qualora, nel corso della legislatura, non si trovasse più nella linea del partito.
Sara` una banalità ma non lo e`.

Inoltre, siamo sicuri sia una buona idea aprire le primarie per eleggere i parlamentari del PD a tutti, iscritti e non iscritti? Non si rischia che vengano elette personalità nel PD che non espressione del partito?

Io sono sempre stato uno dei più ferventi sostenitori delle primarie di partito e sono sempre stato un fervente oppositore delle primarie di coalizione (prima ancora sono sempre stato un fervente oppositore delle coalizioni, che non hanno, a mio modo di veder,e proprio senso di essere), io vorrei che le primarie si rivelassero un’opportunità per esprimere i candidati che più piacciono ai militanti del pd, non ai militanti di altri partiti di sinistra, che, se gliene sarà lasciata l’opportunità, verranno, (anche giustamente a quel punto) a votare alle NOSTRE primarie, per decidere i NOSTRI parlamentari, perché i leader dei LORO partiti invece preferiscono scegliere (da loro) Razzi e Scilipoti e guidano partiti che sono movimenti personalistici e padronali, come l’italia dei valori e sinistra e liberta`.

Questa sarebbe anche un’occasione per aumentare il numero di tessere e di persone che partecipano con passione e partecipazione al progetto PD.

E` una scelta difficile quella di chiudere queste primarie ai non iscritti (badate bene che non intendo generalizzare, io dico che vanno chiuse QUESTE primarie ai non iscritti, non LE primarie in generale) me ne rendo conto, ma lo ritengo necessario perché queste sono e sarebbero primarie più delicate di altre, specie in una repubblica parlamentare come la nostra in cui il sistema delle preferenze, fondamentale e garanzia di democrazia, si e` pero` troppo spesso trasformato in un “gioco” per pochi potenti e ha dato vita a forme di clientelato e corruzione non indifferente: tradotto, per un posto in parlamento quello che e` successo a Napoli alle primarie per eleggere il sindaco, se non si fa molta attenzione, si può ripetere su più vasta scala: chiuderle agli iscritti renderebbe questa triste evenienza più difficile da realizzarsi.

E voi cosa ne pensate?

Lasciate un commento qui sotto.

One thought on “Primarie giuste, ma attenzione

  1. è interessante quello che dici, ma non condivido il tuo discorso sulle coalizioni. dal 93 come sai si è passati da un parlamentarismo compromissorio ad un parlamenterismo maggioritario, per avvicinare l’organo rappresentativo all’elettorato. tuttavia non c’è coincidenza in Italia fra sistema democratico-maggioritario e società civile, poichè quest’ultima, pur essendo “crollate” le grandi ideologie, è ancora profondamente divisa (al contrario come sai meglio di me di USA e GB). la coalizione è per questo ancora indispensabile e le primarie di coalizione la avvicinerebbero all’elettore senza renderla un mero meccanismo parlamentare inviso ai più. inoltre per quanto riguarda il PD: come è possibile identificarsi in un partito privo di spina dorsale? io non credo che un partito debba essere monolitico, nè che debba essere un’organizzazione totalmente gerarchica e disciplinata, ma nemmeno un organismo neutro e fluido; a partire dal nome, non originale e preso da un’altra tradizione, mostrando un provincialismo abbastanza desolante,che in Italia ha poco senso! un partito è una associazione che deve fare da collante fra mondo politico e società civile, per tutelare interessi, giusto? quindi il presupposto di un partito è quello di porsi obiettivi per tutelare quegli interessi: ti sembra che ciò valga per il PD?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...