Tanto in primavera la cacciamo/3

“Milan l’è on gran Milan”, lo sappiamo in fondo e lo dice anche il New York Times, in questo articolo molto carino (e che consiglio vivamente), che la città e` bella pur con i suoi difetti:

It is not that Milan changed. It remains a vain and superficially dull and distant city, a place whose citizens, as an American friend who lived there for years once said, are at times so aloof they make Parisians seem like members of the Welcome Wagon. But, as happens so often in relationships where emotional attachment forms around habit, I fell for Milan.

It took four visits a year for a decade, but I developed an affectionate knowledge of a city that, far from flaunting its many cultural treasures, makes itself intentionally difficult to know. You are aware of this if you have ever tried to acquire tickets to visit Leonardo’s “Last Supper.” You can sense it from the blank look that greets you when you mention to locals the treasures (a moody Francesco Guardi gondolier shrouded in Venetian mist) at the Poldi Pezzoli Museum, a wonderful institution few Milanese of my acquaintance have ever visited.

Il punto e` che ora possiamo davvero cambiarla, possiamo fare in modo che Milano diventi veramente un posto che non sia “intentionally difficult to know” (ovvero fuori dal mondo), possiamo dare a quelle potenzialità nascoste la possibilità di trasformarsi in piacevoli realtà. Possiamo rendere onore a Milano, basta votare Pisapia il 15 e il 16 maggio. Basta cacciare Letizia Moratti, il peggior sindaco d’Italia, insieme a quello di Napoli (che, invece, per fortuna cambierà aria di sicuro).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...