Un solo perdente

Nella questione dello “sciopero dei calciatori”, dove demagogia e ipocrisia hanno da tempo superato il livello di guardia, dove l’opinione pubblica, al solito, si schiera a favore della posizione più facile e superficiale (“calciatori ladri schifosi, a lavorare!”) c’è un solo grande perdente: Giancarlo Abete.

Ha fallito su tutti fronti: non e` riuscito a mediare un bel nulla di niente, non e` riuscito a formulare una proposta più intelligente di un assurdo tesoretto per il contributo di solidarietà ed e` stato criticato, quando non e` stato ignorato, da tutte le parti in causa.

Forse sarebbe il caso di meditare le dimissioni? O no?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...